Torna l’incubo di Taiji

Scritto da il 16 Ago, 2013

Taiji

DA COORDINAMENTO ANTISPECISTA
Mancano 15 giorni all’inizo della mattanza.
Anche quest’anno inizierà la strage di delfini e piccole balene a Taiji, in Giappone. Migliaia di questi cetacei verranno intrappolati nella baia e il mare si colorerà di sangue.
90 Paesi organizzeranno una protesta a questo proposito. Un progetto sponsorizzato da Ric O’Barry. Visitate il sito del Japan Dolphins Day 2013
https://www.eventleo.com/event/japan-dolphins-day-2013.whtml

Dietro l’alibi del consumo della loro carne si cela una verità molto più abbietta.

In realtà ogni anno centinaia di delfini, scelti tra i più belli e giovani, vengono catturati, separati dalle loro famiglie, addestrati e fatti partire per delfinari e parchi acquatici di tutto il mondo.

Il costo di un delfino addestrato varia dai 100.000 ai 250.000 dollari. E’ chiaro che il prezzo al mercato della carne di un delfino non vale così tanto.

Ma, un regolamento interno, afferma che la caccia deve essere fatta per scopo alimentare e soltanto così si può essere autorizzati a vendere i delfini alle strutture che li richiedono.Quindi l’alibi diventa necessario.

Durante la detenzione nella baia della morte i delfini verranno feriti, separati, uccisi o lasciati senza cibo fino all’arrivo degli addestratori che effettueranno la scelta.

Saranno costretti a nuotare nel sangue dei loro cari, della loro famiglia e alcuni moriranno nel tentativo di fuggire.

L’uccisione avverrà in una maniera atroce. Per non far macchiare in maniera eccessiva la baia di sangue, i delfini saranno uccisi per soffocamento.

Una lunga asta di ferro sarà conficcata nello sfintere da cui prendono aria e poi sarà sostituita da un tappo di legno.
Una morte orrenda che si consumerà in un tempo interminabile….7 minuti.

Il 1° settembre tutto il mondo protesterà contro questa infamia. Unitevi a noi.

Evento facebook: https://www.facebook.com/events/646211315391200/

Lascia una Risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *